menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Settevalli, lotta allo spaccio: sequestrati 3 chili di marijuana

I carabinieri del comando provinciale di Perugia hanno sequestrato tre chili di marijuana e arrestato 4 stranieri e un italo-brasiliano. La droga nascosta nei vari da fiori

Un capo clan donna che gestiva altri due grossisti che a loro volta rifornivano due ragazzi ventenni (un italo-brasiliano e un camerunense) di marijuana che si prestavano a spacciarla nella zona di via XX Settembre sfruttando i parchi pubblici della zona e il loro appartamento in affitto.

Sotto sequestro i Carabinieri del Comando Provinciale e di Perugia hanno messo oltre 2chili 800 grammi di stupefacente di grande qualità che poteva fruttare una cifra tra i 25mila-30mila euro. I "cavalli" provvedevano a vendere sul mercato quantitativi che potevano arrivare anche a 100 grammi a singolo cliente. Il traffico di sostanze stepefacenti è stato intercettato dai Carabinieri grazie ad una ennesima e provvidenziale soffiato dei cittadini di via Settevalli, dove in una traversa del quartiere vivevano il capo clan con i due soci (tutti nigeriani e senza permesso di soggiorno).

I residenti si sono insospettiti data la frequenza in cui si imbattevano notte e giorno nei due pusher di via XX Settembre che frequentavano la casa dei grossisti. Dopo pedinamenti e abboccamenti, i militari hanno potuto dare corso agli arresti e al sequestro della droga. Il grosso di questa era stata sapientemente occultata in un vaso da balcone sotto strati di terra e piante in fiore.

Il raid è stato portato avanti nella tarda serata del 22 agosto, in un appartamento di via Settevalli dopo che i pusher cedevano ben 200 grammi di marijuana ad alcuni giovani del posto. Ritrovati negli appartamenti degli arrestati anche 200 euro frutto dello spaccio e materiali di precisione per il confenzionamento dello stupefacente. 

I pusher erano sicuri di essere fuori dalla portata di occhi indiscreti e di poter evitare i controlli delle forze di polizia tanto da detenere all’interno della casa l’ingente quantitativo sequestrato (kg 2,8) oltre al materiale occorrente per la preparazione e pesatura dello stupefacente.

Ma non avevano fatto i conti con l'occhio attendo dei residenti e grazie alle loro indicazioni, i militari hanno individuato il covo dello spaccio e proceduto al sequestro di altri 200 grammi di "erba" che due corrieri stavano cedendo ad altri giovani.




 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento