Ponte Felcino, lotta allo spaccio: sequestrati 110mila euro di hashish

Rimane alta l'attenzione della Guardia di Finanza quotidianamente impegnata in prima linea per il contrasto e la repressione del fenomeno legato al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti

La droga sequestrata a Ponte Felcino

La Finanza del comando provinciale di Perugia infligge un altro colpo allo spaccio di stupefacenti. Il Gruppo di Investigazione sulla Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Tributaria, nel corso di un’operazione di polizia finalizzata alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, ha eseguito una perquisizione locale in un immobile sito nella frazione Ponte Felcino.

Da questa perquisiszione, eseguita anche con l’ausilio delle unità cinofile della locale Compagnia di Perugia, cani Kelly e Talor, sono stati rinvenuti, accuratamente occultati in un armadio, 11 chilogrammi di hashish confezionato meticolosamente in panetti di diverso colore e in ovuli di varia grandezza del tutto simili a quelli di solito contenenti altri tipi di sostanze stupefacenti (cocaina o eroina).

Comportamento quest’ultimo particolarmente insidioso e, normalmente utilizzato dai cd. Ovulatori, di non facile ed immediata individuazione.

Il seguito della perquisizione permetteva di rinvenire, in un’altra stanza, altri piccoli ovuli di sostanza stupefacente dello stesso tipo e tutto l’armamentario del caso tra cui un bilancino di precisione, 2 coltelli a serramanico utilizzati per il taglio della sostanza e materiale per il confezionamento dello stupefacente, nonché sul balcone  2 rigogliose piante di marijuana di circa 1 metro di altezza.

Infine la perquisizione personale del soggetto presente nell’immobile permetteva altresì di rinvenire la somma di € 1.005 di denaro contante, presumibilmente frutto dello spaccio. Pertanto, il medesimo veniva tratto in arresto e tradotto presso la casa Circondariale di Capanne.

L’operazione riveste particolare importanza per la quantità della sostanza stupefacente rinvenuta e sottoposta a sequestro che era destinata al mercato locale poteva essere rivenduta al dettaglio confezionando circa 55.000 dosi per un valore di € 110.000 circa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Clicca qui per vedere il video


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

Torna su
PerugiaToday è in caricamento