rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Aeroporto, il cane anti-droga non perdona: eroina nella borsa da viaggio

Il fiuto di Agor è stato fondamentale per intercettare un piccolo carico di eroina e hashish ben nascosto tra indumenti intimi. Fermato un 44enne venuto a Perugia per trovare i parenti

Nella borsa da viaggio aveva ben nascosto 30 grammi tra eroina e hashish ed era convinto di farla franca all'aeroporto dell'Umbria. Ma il cane anti-droga Agor non lo ha mollato un momento avendo intercettato gli odori emanati dal carico di droga. E così i Baschi Verdi hanno deciso di fermare un un cittadino 44enne di origini italiane, C.W., attualmente residente in Lussemburgo, che aveva abilmente la droga tra gli indumenti intimi.

Nei confronti dell’uomo, che, come accertato dalle Fiamme Gialle, era arrivato in Italia per passare qualche giorno con i propri familiari, è scattata la denuncia all’autorità Giudiziaria per il possesso di sostanza stupefacente. Anche se la fantasia di questi piccoli trafficanti non conosce limiti, lo stupefacente nascosto sulla persona o in posti del bagaglio di difficile individuazione, non sfugge comunque al fiuto del cane.

Dall’inizio dell’anno, i cani anti-droga e l'intuito dei finanziari, hanno permesso di eseguire più di 100 interventi con il sequestro di circa 20 chili di sostanze stupefacenti, suddivisi tra droghe leggere e pesanti, 27 le persone tratte in arresto e 59 quelle denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria. Numerosissimi, ben oltre 60, i segnalati alla locale Prefettura, quasi tutti giovanissimi, per detenzione ad uso personale di sostanze psicotrope.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, il cane anti-droga non perdona: eroina nella borsa da viaggio

PerugiaToday è in caricamento