menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emendamento pro-gioco d'azzardo, 4 deputati Pd dell'Umbria sotto accusa

Resa pubblica la lista dei 140 senatori che hanno votato l'emendamento che taglierà i fondi alle Regioni che hanno cercato o cercano di ridimensionare l'installazione di video-slot o gioco d'azzardo vario. Denunciati dal Codacons

Miguel Gotor, Nadia Ginetti, Gianluca Rossi e Valeria Cardinali non hanno in comune soltanto le elezione in Umbria al Senato con la lista del Pd, ma anche una denuncia da parte del Codacons che è destinata a fare molto rumore e creare problemi anche in termini di consenso elettorale. I quattro senatori del Partito Democratico, secondo i dati forniti dall'associazione dei consumatori, hanno votato il famoso emendamento vergogna, quello pro-slot machine, che grazie al quale "il governo ridurrà i trasferimenti alle Regioni e agli enti locali che emanano norme restrittive contro il gioco d'azzardo". Emendamento fortemente criticato dallo stesso segretario del Pd Matteo Renzi.

Tutti e quattro senatori umbri sono stati denunciati dal Codacons per "istigazione al gioco d'azzardo". "Si tratta - scrivono i consumatori - di un gesto scriteriato da parte dei senatori che fa nascere più di un sospetto circa i rapporti tra la classe politica e le società del gioco, e impone alla magistratura di porre sotto indagine i singoli senatori che con il loro voto hanno deciso di gettare migliaia di cittadini in pasto alle dipendenze da gioco in un paese come l'Italia in cui il gioco è una vera e propria emergenza, con costi sociali pari a 7 miliardi di euro all'anno, punire gli enti locali che cercano di tutelare i cittadini e limitare l'insorgenza delle ludopatie può configurare veri e propri reati".

lista_nomi_emendamentoGioco-2-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento