"Sei un assenteista", nei guai per un post anti Salvini sui social, ma il leader leghista ritira la querela

L'uomo aveva scritto un post sulla pagina Feacebook della Lega di Todi. Il giudice ha dichiarato estinto il reato

Querela ritirata e processo chiuso con la dichiarazione di “non luogo a procedere”. Finisce così il procedimento a carico di un uomo, difeso dall’avvocato Valeriano Tascini, accusato di diffamazione nei confronti di Matteo Salvini.

L’uomo aveva scritto un post il 17 luglio del 2017 di questo tenore: “Ma Salvini il Ciarlatano che ruba lo stipendio europeo con il 90% di assenteismo … lo avete assurto a idolo di Todi … Servi senza cervello”. Il post ritenuto diffamante nei confronti dell’allora ministro Matteo Salvini era stato scritto sulla pagina Facebook della Lega di Todi. L’imputato, un cittadino di Montone, era finito in tribunale con citazione diretta a giudizio con l’accusa di diffamazione e una richiesta di risarcimento di 30mila euro.

Matteo Salvini all’epoca era solo leader della Lega e non ministro, aveva subito querelato l’uomo e tramite l’avvocato Claudia Eccher, costituendosi parte civile. Il difensore del ministro aveva affermato che l’eventuale risarcimento sarebbe stato devoluto in beneficenza. Sempre secondo l’avvocato Eccher l’accusa di assenteismo era sbagliata in quanto Salvini aveva preso parte al 79% delle sedute plenarie del Parlamento europeo e, quindi, non corrispondeva al vero quanto scritto su Facebook.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’udienza era stata rinviata due volte per sentire proprio Salvini, ma in quanto ministro aveva sempre posto la questione del legittimo impedimento per motivi d’ufficio. Oggi la decisione di rimettere la querela. L’uomo è stato, quindi, prosciolto, ma dovrà pagare le spese processuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento