menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico, "Piazza come orinatoio, alcuni bulli molesti, la situazione è insostenibile"

Un piccolo comitato spontaneo, composto da residenti tra via Bartolo e Piazza Alfani, questa mattina ha bussato alle porte di Palazzo dei Priori: "Ecco quello che siamo costretti a subire ogni week end"

"Piazza scambiata per un orinatoio a cielo aperto, alcol a fiumi e quell'odore inconfondibile di erba che penetra negli appartamenti quando, con le serate calde, si è soliti lasciare le finestre aperte". Accade nel fine settimana e un piccolo comitato spontaneo, rappresentato da alcuni residenti del centro storico (da via Bartolo a Piazza Alfani), questa mattina si sono presentati negli uffici di Palazzo dei Priori per un incontro con il Sindaco Andrea Romizi.

"Siamo esasperati, commenta un residente che si è fatto portavoce delle lamentele di quartiere. Ogni venerdì e sabato è sempre la stessa storia. Un folto gruppo di giovani prende da bere anche fino a tarda notte, poi si riversa in piazza Alfani e lì, complice i fumi dell'alcol, si diverte a danneggiare le auto, non solo la quiete a cui abbiamo diritto. Non è una presa di posizione, siamo stati tutti giovani ed è normale un pò di esuberanza a quell'età. Quello che non è possibile sono le urla, gli schiamazzi, gli angoli della piazza scambiati per un wc a cielo aperto, una volta un lunotto danneggiato, un'altra la cabina enel divelta, il chewing - gum appiccicato sul campanello di un portone, scherzi al citofono alle tre di notte e droga. Solo per citare qualche esempio". A volte si sdraiano sopra i tetti delle auto, e stanno lì, a bivaccare, anche fino a notte fonda". "Magari presi uno ad uno sono anche dei bravi ragazzi, ma quando sono in branco diventano ingestibili". 

Il residente, che abita in un appartamento che si affaccia proprio sulla piazza in questione, ha più volte intimato i ragazzi di far meno baccano: "Mi sono sentito rispondere con minacce, con parole di sfida. Insomma, forse la colpa è di quei locali che danno da bere fino a tardi?" Ora chiederemo anche un incontro con il Questore, per manifestare tutto il nostro disagio. Non siamo contro chi esce, frequenta i locali del centro e si intrattiene anche fuori. E' normale e giusto che succeda, soprattutto ora che viene estate. Quello che è diventato intollerabile sono questi atti di puro vandalismo, di menefreghismo per la propria città e per gli altri che alcuni giovani dimostrano di avere". Intanto il colloquio con il Sindaco è in programma dopo il 20 giugno: "Chiediamo più controlli per i locali che continuano a somministrare alcol anche dopo la chiusura o ai giovanissimi, così non vogliamo andare avanti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento