rotate-mobile
Cronaca

Segnalano spaccio via app, la polizia scopre due irregolari

Intervento in via del Macello, avviate le procedure per l'espulsione


La sala operativa della questura di Perugia ha ricevuto, attraverso un messaggio pervenuto sull’applicazione “YouPol”, una segnalazione di spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di via Settevalli e in via del Macello.

Immediato l’intervento degli agenti della squadra volante che, proprio all’altezza del centro direzionale “Ottagono”, sono riusciti a rinvenire delle chiare tracce di consumo di sostanze stupefacenti. L’approfondimento degli accertamenti ha permesso agli agenti di venire a conoscenza, a seguito di un contatto con gli addetti alla sicurezza privata del complesso, che due uomini, alla vista della Volante si erano allontanati velocemente in direzione del parcheggio interrato, utilizzando l’ascensore poco distante.

Gli agenti, a quel punto, hanno immediatamente provveduto a visionare le immagini del sistema di videosorveglianza del parcheggio riuscendo a rintracciare i due uomini, nascosti al di sotto di una rampa e intenti ad armeggiae.
Con il personale della Polizia Locale di Perugia, gli agenti sono riusciti a localizzare e fermare due uomini, successivamente identificati come due cittadini di origini marocchine, rispettivamente classi 1985 e 1990.
 
L’approfondimento del controllo a carico dei due stranieri, entrambi con precedenti di polizia per reati inerenti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha fatto emergere che il 37enne era destinatario di un provvedimento di rigetto dell’istanza del rinnovo del permesso di soggiorno. L’uomo è stato quindi messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per rendere operativa la sua espulsione dal territorio Nazionale.

Nei confronti del 32enne, invece, sono in corso, da parte del medesimo ufficio, ulteriori accertamenti volti a verificare la regolarità della sua posizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segnalano spaccio via app, la polizia scopre due irregolari

PerugiaToday è in caricamento