menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo a Perugia, il Pd contro il Comune: "Sbagliato non chiudere oggi le scuole: ecco cosa è successo"

Non la pensano così gli amministratori di Palazzo dei Priori che hanno ribadito che non ci sono stati disagi gravi dato la nevicata di scarsa entità

Divisi sempre su tutto. A Perugia maggioranza e opposizione non trovano mai un punto di accordo. Nemmeno quando nevica. L'amministrazione comunale aveva deciso di non chiudere le scuole per l'ultima perturbazione - di questa mattina qualche centimetro di neve - dopo il passaggio del Buran. Motivo: per la Giunta non ci sarebbero stati problemi alla viabilità. E a nevicata passata di problemi - gravi - sempre per gli amministratori non si sarebbero verificati. Non la pensa così il Partito Democratico di Perugia che ha fatto l'elenco dei problemi per le famiglie e operatori scolastici per raggiungere le scuole perugine.

"In realtà diversi sono stati i disagi - ha spiegato il capogruppo del Pd Mencaroni - ad inizio mattinata: bidelli, insegnanti e genitori hanno avuto non poche difficoltà a raggiungere negli orari di aperture le scuole a causa della neve. Infatti, la mattina presto ancora non aveva iniziato a piovere e non tutte le strade della città erano libere per poter circolare, mentre alcune erano state addirittura preventivamente interdette al traffico". Da qui l'interrogazione urgente rivolta al sindaco Romizi per capire "quali sono state le motivazioni della decisione del Comune di Perugia di non emettere una ordinanza, come quella prevista per lunedì 26 febbraio, di chiusura delle scuole della città anche per il 1 marzo 2018, alla luce del bollettino di criticità e dagli avvisi del Dipartimento di Protezione Civile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento