menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Messa di Natale negata a scuola, è polemica: "E' una retrocessione culturale"

Ad intervenire sulla questione è anche il consigliere comunale del movimento civico di Todi, Floriano Pizzichini

Si accende la polemica sulla scelta da parte della dirigente scolastica di annullare le celebrazioni della messa natalizia nella scuola elementare di Porta Fratta a Todi. Alla base della decisione della dirigente, l' attuazione della normativa vigente che non consente le celebrazioni in orario di lezione.

Ma sulla questione ora interviene anche Floriano Pizzichini, consigliere comunale del movimento Civico Todi e candidato a Sindaco nel 2017, che in un lungo post su Facebook spiega: "La scelta della dirigente scolastica di non far celebrare la Messa natalizia per i bambini della scuola primaria di Porta Fratta, mi lascia perplesso. Al netto dell'osservanza delle varie circolari ministeriali citate dalla dirigente, il senso di tale decisione avalla l'idea di una retrocessione culturale che nulla ha a che vedere con la difesa della laicità, ma che al contrario amplifica le divisioni e la diffidenza che oggi rappresenta il primo ostacolo all'integrazione".

"Posizioni come questa-continua il consigliere- creano solchi fra chi vede censurati i propri valori, le proprie radici e un'appartenenza costruita anche sul sentimento religioso. Solo la difesa della propria identità e di quella altrui crea rispetto ed integrazione, non certo l'applicazione fredda e ortodossa di regole e norme e decreti sempre più distanti dalla realtà e dal senso comune. Abbiamo il dovere, da laici, conclude- di reagire a questo modello tecnocratico di cui l'Europa e le sue istituzioni sono interpreti e la cui applicazione, come dimostrano purtroppo i fatti, produce effetti drammatici, consegnandoci un futuro senza speranza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento