rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Viale Pompeo Pellini

Via Pellini, presi tre vandali-grafomani: le scritte sui muri ci costano 80mila euro

La notte del 20 giugno la Polizia Municipale ha denunciato tre giovani perugini che sono stati sorpresi mentre stavano "scarabocchiando" con delle bombolette spray una pensilina della fermata degli autobus. Poche ore prima scritte in via del Fossi

Altri tre vandali perugini sono stati identificati e denunciati per l'imbrattamento di strutture pubbliche. Il fatto è avvenuto la notte del 20 giugno quando il personale  della Polizia Municipale ha colto in flagranza di reato  tre giovani che imbrattavano con bombolette spray la pensilina autobus di via Pellini. Gli agenti stanno indagando per capire se i tre fermati sono gli stessi che poche ore prima avevano realizzato delle scritte in via del Fosso.

“L’Amministrazione comunale - ha spiegato il vice-sindaco Nilo Arcudi - si è posta con spirito di collaborazione e propositivo nei confronti dei writers, tanto che ha destinato a questa arte risorse e location, con 10 nuovi spazi di grandi dimensioni. Oltre alla Stazione e a Villa Pitignano già in funzione, sono state individuate altre zone, come Ponte San Giovanni e Via Settevalli. I writers possono così esprimere la loro arte in modo legale, senza danneggiare la città". Non è una bravata quella delle scritte selvagge, ma un atto vandalico che pesa su tutti i cittadini: il Comune di Perugia, per cancellare le scritte, spende ogni anno risorse per 80mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Pellini, presi tre vandali-grafomani: le scritte sui muri ci costano 80mila euro

PerugiaToday è in caricamento