rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Scritta "Br" in piazza Piccinino, indagini in corso

Al setaccio le telecamere di sicurezza della zona. Ferma condanna di FdI e Forza Italia. Merli: "Nessuna scritta fermerà la nostra azione"

Sono in corso indagini da parte della Digos della questura di Perugia dopo la comparsa della scritta "Br" sul selciato di piazza Piccinino.

La scritta a vernice rossa sarebbe stata realizzata nella notte. Elementi utili potrebbero arrivare dalle immagini delle telecamere. Da chiarire oltre gli autori, la matrice dell'azione 

Il coordinamento di Fratelli d'Italia di Perugia esprime ferma e decisa condanna "del vile gesto compiuto in queste ore in centro storico, dove è comparsa una sigla inneggiante alle Brigate Rosse proprio di fronte all'abitazione di un assessore della Giunta perugina". 

"E' un atto estremamente grave - dichiara il coordinatore Riccardo Mencaglia - che purtroppo è solo l'ultimo di una serie di atti violenti perpetrati da estremisti politici che evidentemente faticano ad accettare le regole democratiche del vivere sociale". "Massima solidarietà da parte di Fratelli d'Italia all'assessore e alla giunta tutta," continua Mencaglia "Mai ci stancheremo di affermare che la democrazia e il rispetto delle regole non possono essere messe in dubbio da chi vuole tornare a creare un clima di terrore e violenza che ha negli anni già pagato un pesante tributo di sangue".

Il direttivo, il coordinamento e il gruppo consiliare di Forza Italia di Perugia hanno appreso del grave fatto accaduto nelle scorse ore nel centro storico di Perugia, relativo alla comparsa di una scritta inneggiante alle brigate rosse comparsa davanti alla casa di un sssessore della giunta comunale.

"Esprimiamo profonda condanna per quanto successo. Si tratta di un gesto vile e molto grave" dichiara in una nota Giacomo Cagnoli, capogruppo in consiglio comunale di Forza Italia Perugia. "Rivolgiamo la nostra solidarietà e totale vicinanza all'assessore della Giunta, alla Giunta comunale tutta e al sindaco di Perugia".

“Totale e profonda condanna” per la scritta con la sigla ‘Br’ comparsa sul selciato in piazza Piccinino, davanti a un palazzo, nel centro storico di Perugia, viene espressa anche da Emanuela Mori, capogruppo di Italia viva al Comune di Perugia. “È un atto gravissimo e tali gesti che inneggiano all’odio e alla violenza devono essere sempre condannati con fermezza – afferma la Mori –. A maggior ragione se, come riportano alcuni organi di informazione, la scritta è comparsa difronte all’abitazione di un esponente del centro destra. Un attacco vile e un attacco alle Istituzioni, per il quale esprimo tutta la mia vicinanza e solidarietà auspicando che si possa arrivare presto ad individuare il responsabile”.

- "Esprimo profonda censura e condanna per il gesto compiuto stanotte. Confido nell’operato delle forze di polizia affinché l’autore di questo scempio sia velocemente identificato e destinatario delle giuste misure di legge”. Lo sostiene Luca Merli, segretario della sezione di Perugia della Lega, e collega di giunta dell’assessore del Comune di Perugia, Clara Pastorelli, nei pressi della cui casa è comparsa la scritta “Br”.

“Potrebbe essere una casualità ma la sigla è a pochi metri dalla residenza di un assessore del comune di Perugia. Nessuna scritta, per di più di questo orrendo tenore, avrà la capacità di intimorirci o fermare la nostra azione politica e i nostri valori" conclude Merli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritta "Br" in piazza Piccinino, indagini in corso

PerugiaToday è in caricamento