Bolletta acqua, Comune va incontro alle famiglie povere: una doccia gratis a testa

E' destinato far discutere il provvedimento approvato dall'Ati 2 - diretto dal sindaco Boccali - che istituisce un bonus acqua complessivo alle famiglie - sotto i 9500 euro di reddito - che equivale a 50 litri a testa. L'equivalente di una doccia di 6 minuti a bolletta

Qualcuno dirà "sempre meglio di niente". Altri invece la consideranno una trovata elettorale. Stiamo parlando del bonus acqua deliberato dall'Ati 2 che prevede una riduzione della bolletta forfettaria alle famiglie che hanno un reddito inferiore a 9500 euro. Un bonus che tradotto in cifra comporterà uno sconto di 50 litri complessivi a componente famigliare. Per  il presidente dell'Ati Wladimiro Boccali si tratta di una decisione che rientrà nella necessità di offrire un concreto aiuto alle famiglie in difficoltà per via della crisi.

LA BOLLETTA IN AUMENTO NEL PERUGINO

Non si capisce bene pero se si tratta di 50 litri a testa all'anno o a bolleta - in questo caso è semestrale - e quindi bisognerà aspettare il bando che sarà pubblicato sul sito del gestore del servizio idrico (Umbra Acque). Ma quello che si intuisce subito è che grosso modo l'agevolazione - non si parla di metri cubi di acqua ma di litri.....a meno che ci sia un errore nella nota - consentirà di avere gratuitamente una doccia veloce o a bolletta o all'anno. Basti pensare che per un singolo bagno con una vasca riempita a metà ci vogliono dai 100 ai 150 litri. Mentre per una doccia di 6/7 minuti ci vogliono, secondo gli esperti del consumo idrico, qualcosa come 50 litri. La stessa cifra del bonus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In un momento come questo – ha concluso Boccali -  in cui gli enti locali sono chiamati ogni giorno a fronteggiare gli effetti dei tagli di bilanci, i sindaci dei Comuni dell’A.t.i. n.2, hanno espresso la chiara volontà di fornire alle famiglie economicamente più deboli un concreto sostegno, che permetterà loro di beneficiare di un quantitativo gratuito di acqua tanto maggiore quanto più numerosa è la famiglia”.  Il quesito resta aperto: welfare o trovata elettorale?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento