menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Marra, oggi l’arringa della difesa “salta”: saranno riascoltati i testimoni “chiave”

Si torna nuovamente in aula per il caso della giovane studentessa che da 10 anni, non si hanno più notizie. L'imputato per omicidio rimane Bindella, oggi sarebbe stato il turno della difesa, ma l'udienza è stata rinviata

La vicenda di Sonia Marra, la giovane studentessa pugliese che scomparve da Perugia ormai dieci anni fa, torna nuovamente in aula. Era stata fissata per oggi l’arringa della difesa dell’imputato per l’omicidio di Sonia, Umberto Bindella, ma la Corte ha deciso di  riascoltare due testi: D'Ambrosio, un amico poliziotto di Bindella e Iannaccone, ex  fidanzato di Sonia. Troppi, forse, i lati oscuri di una vicenda che da dieci anni non sembra trovare la parola fine. Ora si tornerà in aula il 14 dicembre per l'ascolto dei testimoni.

Caso Marra, il Pm chiede 24 anni di carcere per Bindella: "Omicidio"

Il Pm aveva chiesto per Bindella la condanna a 24 anni di carcere, per l'accusa è lui il responsabile della morte di Sonia, anche se non è mai stato ritrovato un corpo. Per Galluccio invece, accusato di aver aiutato il presunto assassino a crearsi un alibi, tre anni di carcere. 

Caso Marra, chiesta assoluzione del presunto complice di Bindella: "Non erano amici, non gli doveva niente"

La scorsa udienza è stata la volta della difesa di Galluccio, a cui gli avvocati Francesco Falcinelli e Francesco Loreti, hanno chiesto l'assoluzione per non aver commesso il fatto, impegnati a far luce sulla vicenda del loro assistito, su cui da anni pende un fardello: essere accusato di favoreggiamento nell'omicidio della povera studentessa.

Caso Sonia Marra, si torna in aula dopo sette anni di mistero: "Ho fatto una cosa brutta..."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento