menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tennis e scommesse, Roberto Goretti a processo: il pm chiede la condanna per il dirigente biancorosso

La Procura ha chiesto la condanna per il direttore dell'area tecnica del Perugia e di altri due tennisti. La sentenza è prevista per il 9 gennaio

Il processo a carico deI direttore dell’area tecnica del Perugia Roberto Goretti, rinviato a giudizio a Cremona nell’ambito delle indagini sulle scommesse nel mondo del tennis insieme a due famosi tennisti italiani, Daniele Bracciali e Potito Starace, è arrivato alle battute finali. Il 9 gennaio è prevista la sentenza, ma intanto la procura di Cremona - come riporta Cremonaoggi. it,  ha chiesto tre anni per il dirigente biancorosso. Due anni e otto mesi e due anni e sei mesi rispettivamente per i due sportivi. Le richieste sono state formulate dal pm Carlotta Bernardini, mentre le difese degli imputati hano chiesto all'unisono l'assoluzione. 

Tennis e scommesse, Goretti rinviato a giudizio: a ottobre il via al processo
 

Calcioscommesse e associazione per delinquere, Grifo nella bufera: pronto il rinvio a giudizio per Goretti

L’inchiesta del pm di Cremona Di Martino, nata come propaggine di quella ancor più grande sul calcioscommesse, prende in esame il periodo che va dalla fine del 2007 all’estate del 2011. I tre sono accusati di “associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, in particolare a manipolare una pluralità di partite di tennis di tornei prevalentemente internazionali”.

Le indagini sono riuscite a scoperchiare un grande giro di scommesse illegali che toccava grandi eventi tennistici, quali i tornei di Barcellona, Monaco, Parigi e Amburgo. Si torna in aula a gennaio per la sentenza. Le Parti civili che si sono costituite sono il Coni, la Federazione Italiana Tennis e l’International Tennis Federation Limited.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento