rotate-mobile
Cronaca Sant'Andrea delle Fratte

Sclerosi multipla, il metodo Zamboni: il parere di Perticoni

I media si sono occupati nei giorni scorsi, della possibilità di un trattamento della Sclerosi Multipla mediante angioplastica venosa secondo il "metodo Zamboni"

Il Direttore della Struttura Complessa di Neurofisiopatologia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Dottor Gianfranco Perticoni, avendo ricevuto diverse sollecitazioni in merito alla possibilità di un trattamento della Sclerosi Multipla mediante angioplastica venosa secondo il “metodo Zamboni” ha affermato che: "Il tema, per le problematiche connesse alla malattia, che può  risultare  anche molto invalidante e che può interessare le persone già dalla giovane età (quindi con una forte aspettativa di salute), si presta facilmente a disinformazione".

Ad oggi non vi sono terapie in grado di guarire in modo certo e definitivo dalla malattia ed in un tale contesto vi è necessità di procedere alla sperimentazione di alternative terapeutiche procedendo secondo metodiche scientificamente corrette, evitando soluzioni avventate, e a rischio anche di arrecare ulteriore danno  alle persone.

Relativamente al “metodo Zamboni”,recentemente proposto, esistono dati in  letteratura contrastanti sulla sua reale efficacia, e pertanto vi è la necessità di condurre verifiche appropriate con metodiche scientificamente corrette da parte di istituzioni autorevoli e possibilmente “neutre”.

Il Dottor Perticoni ha aggiunto che:” Deve essere interesse primario delle istituzioni pubbliche finanziare tale tipo di progetti, tanto più quando il trattamento rischia comunque di essere praticato al di fuori di ogni razionale regolamentazione. Solo ora  si sta cominciando ad acquisire ed investire risorse adeguate. Si spiega cosi il ritardo sull’inizio di studi clinici condotti su popolazioni sufficientemente ampie di soggetti affetti. Uno studio italiano siffatto è già in fase di avanzata organizzazione e  si prevede l’inizio a breve dell’arruolamento dei pazienti. Vi parteciperanno Centri di molte regioni italiane, tra cui  l’Umbria, attiva con il Centro di diagnosi e cura della Sclerosi Multipla dell’Azienda Ospedaliera di Perugia  del quale è responsabile la Dr.ssa Maria Grazia Celani”.

Il Centro opera presso la Struttura Complessa di Neurofisiopatologia di cui è  Direttore il Dr. Gianfranco Perticoni, che assicura che fornirà sollecita e corretta informazione all’opinione pubblica, ai Pazienti e alle loro associazioni sullo stato di avanzamento di tale progetto.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sclerosi multipla, il metodo Zamboni: il parere di Perticoni

PerugiaToday è in caricamento