menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesimo sgarbo del Governo ai poliziotti: stop agli scatti di carriera, agenti in piazza

I poliziotti umbri che aderiscono al Silp-Cgil scenderanno in piazza per protestare contro le politiche sulla sicurezza e il trattamento delle carriere degli agenti. E questo dovrebbe essere un primo assaggio di una lunga protesta se l'esecutivo nazionale non tornerà indietro sulle scelte fatte con l'ultimo decreto legge. venerdì, intanto dalle 9 alle 13, davaranno davanti alle Questure di Perugia e Terni per un presidio e un volantinaggio. 

"In genere il sindacato pretende nuove risorse - ha spiegato Luchini della Silp Umbria -, invece stavolta chiediamo che i soldi già stanziati siano spesi meglio. Un agente deve avere la possibilità di progredire in carriera, non rimanere bloccato a vita come avviene adesso perché non si fanno più concorsi interni. I titoli, i meriti e le professionalità di chi fa il poliziotto da una vita devono essere valorizzati, non depauperati. L'intero sistema Polizia di Stato deve funzionare in maniera più efficiente e per farlo il personale in divisa va fatto crescere professionalmente e culturalmente, non costretto a 'morire' nel suo ruolo e nella sua qualifica attuali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento