menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Patrono, tanti perugini riuniti nel nome di Ercolano: forgiata una medaglia per il vescovo-combattente

Perugini riuniti, nella chiesa ottagonale, nel nome del “defensor civitatis”. Nel tempio del vescovo-combattente, con un giorno d’anticipo rispetto alla festa del patrono dell’Università, si è celebrata la festa di Ercolano. Sotto l’egida dell’associazione Radici di Pietra, si è infatti tenuto l’evento “Una medaglia per Ercolano”.

E la medaglia c’era realmente: l’ha progettata, realizzata e firmata Luciano Tittarelli (docente presso l’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci) che si è soffermato a delinearne la concezione, la “filosofia” e le fasi realizzative. Accompagnando il tutto mediante le efficaci visualizzazioni di uno
slide. Con lui Michele Bilancia, architetto antichista, fondatore e anima dell’associazione.

I gioielli di Perugia, Cappella dell'Università: arriva una vetrata artistica

Lo stesso Bilancia ha poi mostrato il noto logo dell’Arco Etrusco, nell’interpretazione del pittore Francesco Quintaliani, e il trasferimento dello stesso disegno, inneggiante alla primavera, sopra una t-shirt. Marilena Badolato, antropologa dell’alimentazione, si è soffermata su aspetti storici e nutrizionali della cialda realizzata col “ferro”, appositamente realizzato dallo stesso Tittarelli, in occasione della ricorrenza dell’anno scorso.

Momenti di animazione musicale a cura del gruppo di giovanissimi Ensemble DeSidera, che ha eseguito laude tratte dal Laudario di Cortona del XIII secolo. Un pomeriggio all’insegna dei valori condivisi di cultura, spiritualità e storia, coniugate sotto lo stigma di una forte caratura identitaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento