Perugina, i lavoratori con la fascia a lutto al braccio: "Oggi muoiono le Ore Liete"

Oggi purtroppo è l'ultimo giorno di produzione dei biscottini, quelli nostri, quelli che erano il simbolo di festa in famiglia ed erano simbolo del buon mangiare perugino

Addio alle Ore Liete, i deliziosi biscotti al cioccolato che hanno accompagnato tante feste e tanti compleanni della nostra vita. Non bisogna avere chissà quanti anni per ricordare queste delizie che erano prodotte dalla Perugina nello stabilimento di San Sisto. Nei cesti di Natale il pacco era immancabile. Persino per San Valentino erano un buon concorrente del Bacio per mandare messaggi d'amore alla propria amata o amato.

Ma Le Ore Liete erano presenti anche quando si andava a far visita, a casa, a qualche amico o parente dopo una lunga degenza in ospedale. Le trovavi a casa delle nonne, degli zii e non solo ovviamente. Nei bar erano messe in mostra sugli scaffali come un prodotto tipico umbro. Oggi purtroppo è l'ultimo giorno di produzione dei biscottini, quelli nostri. Addio dunque ai buonissimi e "cioccolatosi" (dopo petaloso si può dire e scrivere anche questo..): contrasto, rughetto, bacchetta, fiorellino e onda... quanto eravate buoni!!!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed è per questo che i dipendenti della Perugina stanno lavorando con una fascia nera al braccio. Eh già perchè non se ne va un semplice prodotto, ma un marchio di famiglia e uno di quelli che nel mondo voleva dire Perugia. Il lutto dunque è più che giustificato. Poi toccherà alle caramelle simbolo come la Rossana, anche se questo settore potrebbe rinascere se la multinazionale Nestlè cederà ad altri il ramo d'azienda. Nel nuovo piano industriale dell'azienda questi prodotti sono stati tagliati, per concentrare energie e denari sull'altro simbolo della Perugina: il Bacio. Con un fondo di 60 milioni si vuole portare questo marchio in cima al mondo. Speriamo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento