menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Soldi falsi, armi, false generalità, serra per la marijuana e refurtiva: accuse da record

Tutte le malefatte sono venute a galla da un semplice e banale controllo della Polizia lungo la Trasimeno Ovest per giunta avvenuto di mattina. La vera vita di un uomo, residente a San Sisto, è venuta a galla...

Guidava con la patente ritirata dopo l'abuso di alcol, nell'auto c'era una mazza da baseball, aveva dichiarato generalità false. E ancora: in casa, dopo la perquisizione, la Polizia ha trovato soldi falsi, tutto il kit per coltivare la marijuana e documentazione e chiavi di auto che erano state regolarmente rubate. Da un solo controllo sulla strada - lungo la Trasimeno Ovest - è uscito fuori di tutto a carico di un cittadino bulgaro che vive a San Sisto ed era alla guida di una Audi A3.

Lo straniero, tra le tante, aveva tutto il necessario per il bravo coltivatore di marija: nella sua abitazione c'era una vera e propria “serra” con alcune casse in plastica, dei fari con potenti lampade, un sistema di aspirazione sulla finestra, ionizzatori ambientali, fertilizzanti e vasetti per florovivaisti, oltre ad un bilancino di precisione e ad un modesto quantitativo di marijuana. Alla fine - dopo il sequestro dell'auto - ha totalizzato accuse da record: falsa attestazione delle proprie generalità, e porto di oggetti atti ad offendere, nonché, ricettazione, possesso di banconote contraffatte e produzione e detenzione di sostanze stupefacenti. Nei guai anche la compagna italiana di 30 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento