menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A caccia davanti alle scuole e ai parchi: 11 furti, svuotati conti correnti

I Carabinieri di Castel del Piano, dopo una indagine durata alcuni mesi, sono risaliti ad un giovane 22enne italiano che era l'incubo dei genitori che accompagnavano i figli a scuola la mattina

Undici furti accertati e altrettanti da verificare ancora. I carabinieri di Castel del Piano hanno arrestato un giovane siciliano - residente a Foligno - che si appostava nei parcheggi delle aree verdi, parchi e davanti alle scuole per individuare le auto lasciate momentaneamente incustodite dai proprietari per rubare borse, borselli, portafogli, computer, telefoni e tablet. Il ladro colpiva in particolare a San Sisto, Sant'Andrea delle Fratte, Castel del Piano e Pian di Massiano. 

Secondo i militari, il giovane dopo il furto nelle auto utilizzava a tempo di record il bancomat o la carta di credito per prelevare tutta la disponibilità economica giornaliera delle vittime. Ma alla lunga il ladro ha dovuto fare i conti con le telecamere presenti presso gli istituti di credito che lo hanno immortalato e fatto arrestare.

"I brevissimi lassi temporali intercorsi tra i furti e l’utilizzo delle carte di pagamento sottratte (in modo da evitare che i titolari derubati potessero attivarsi per tempo per bloccare i bancomat) - si legge nella nota dei carabinieri - hanno poi incastrato il giovane siciliano coinvolgendolo anche nella realizzazione dei furti, in quanto è stato acclarato all’esito delle indagini condotte che lo scopo delle azioni furtive era proprio quello di utilizzare indebitamente le carte di pagamento, subito dopo la sottrazione, delle quali l’uomo acquisiva la disponibilità nell’immediatezza". Il giovane, dopo la convalida dell'arresto, è stato portato al Carcere di Capanne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento