menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio comunale, primo sì ai lavori urgenti per il campo sportivo di San Martino in Campo

Primo importante sì, con tanto di approvazione da parte sia dei dirigenti comunali che dell'assessore allo sport Prisco, sull'ordine del giorno firmato Pd sulla manutenzione straordinaria a carico delle casse di palazzo dei Priori all'impianto sportivo di San Martino in Colle. Il via libera arriva direttamente dalla commissione comunale dove si è discussa la proposta del consigliere di opposizione Mirabassi dove si richiede di approntare, di concerto con la società sportiva che lo gestisce, interventi urgenti di manutenzione straordinaria all’impianto sportivo di san Martino in Colle. L’impianto, di proprietà comunale, è da sempre punto di riferimento per la collettività della frazione e necessita attualmente di una ristrutturazione dell’immobile adibito a spogliatoio e degli impianti idraulici.

L’impianto sportivo, come ricordato dallo stesso Mirabassi in sede di commissione, è stato assegnato dal 2003 all’associazione sportiva San Martino in Colle e nel corso degli anni è stato oggetto di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sostenuti totalmente dalla società che gestisce tramite apposita convenzione la struttura sportiva comunale computabili in circa duecentomila euro. 

Tra gli interventi più onerosi realizzati, si ricordano: la realizzazione di una sala polivalente sottostante, i gradoni in cemento armato, la bitumatura esterna, la tettoia in legno lato retro e quella in ferro all’ingresso degli spogliatoi. Lo sport, prosegue Mirabassi, rappresenta per la collettività di San Martino in Colle un’occasione di partecipazione e di sviluppo di una coscienza collettiva. 

"In presenza di una diffusa scarsità di risorse economiche e di un’abbondanza di fragilità sociale - hanno ribadito Mirabassi e Borghesi - tali forme aggregative tornano ad essere cruciali per contribuire a promuovere forme di partecipazione e di valorizzazione delle risorse presenti nel territorio, nonché per creare un “metodo”, una buona pratica, finalizzata al mantenimento di una società dove tutti i soggetti possano esercitare forme di cittadinanza attiva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento