Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Code e alcuni malori al centro vaccinale di San Marco. D'Angelo: "Arrivare in orario e non prima e soprattutto compilare a casa i fogli"

Per quanto riguarda i malori la task-force smentisce collegamento con le dosi di Moderna e Pfizer

Una mattina difficile - tra malori, code, comportamenti sbagliati e caldo - per il nuovo centro unico vaccinale di Perugia-Corciano realizzato all'interno del Palasport di San Marco. La task-force regionale, guidata dal commissario per l'emergenza Massimo D'Angelo, ha analizzato il caso e i motivi delle code (rese insopportabili dalle altissime temperature) nonostante le pronotazioni e la conseguente programmazione giornaliera. Tra le cause ci sarebbero comportamenti non regolari: in primis, l'arrivo abbondantemente prima dell'orario stabilito da parte dei cittadini e secondo aspetto è relativo alla perdita di tempo per la compilazione in loco delle schede per l'adesione al vaccino.

2021-hub-vaccinale-Pg-SanMarco2-2Questo secondo il commissario. Ma, ad onor del vero, c'è anche da valutare se il centro unico è sufficiente oppure no per un capoluogo regionale e inoltre servirebbero degli accorgimenti tecnici per alleviare il caldo torrido di chi è in attesa nel piazzale.  “La compilazione della scheda anamnestica e del consenso informato direttamente presso il punto vaccinale - sottolinea il commissario D’Angelo - provoca infatti continui ritardi che si accumulano, producendo file e disagi a tutti gli assistiti che si presentano per la vaccinazione”. I malori pre (per il caldo) e post (dopo la somministrazione), sempre secondo D'Angelo, non sono imputabili ad effetti collaterali delle dosi Moderna e Pfizer.  

“Nella mattinata odierna, inoltre - aggiunge D’Angelo - si sono vaccinati anche molti ragazzi giovani e alcuni di loro, al momento della somministrazione della dose, hanno avuto un malessere generale dovuto per lo più alla paura e alla poca confidenza con aghi e iniezioni. Queste situazioni hanno richiesto l’intervento e il successivo monitoraggio da parte dei sanitari presenti, interrompendo temporaneamente l’attività di alcuni medici e infermieri”. I medici hanno ribadito ai giovani che non bisogna presentarsi, la mattina, per la somministrazione senza aver fatto coalizione e quindi digiuni.

file-san-marco-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Code e alcuni malori al centro vaccinale di San Marco. D'Angelo: "Arrivare in orario e non prima e soprattutto compilare a casa i fogli"

PerugiaToday è in caricamento