Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca San Giustino

Entra nel bar con la pistola e porta via incasso e soldi delle slot: processato

San Giustino, davanti al giudice anche il complice alla guida dell'auto usata per la fuga. Una terza persona, accusata di essere il "palo", è deceduta prima del processo

In due sotto processo per la rapina al bar con la pistola in pugno. Gli indagati erano tre, ma quello che avrebbe fatto da palo è deceduto prima di arrivare in tribunale. Così sotto processo c’è finito quello che avrebbe compiuto la rapina, armato di pistola e il complice che era alla guida dell’auto pronto per la fuga e avrebbe anche procurato l’arma.

I due, un marocchino 25enne e un connazionale 27enne, difesi dagli avvocati Andrea Castori e Vittorio Lombardo, sono accusati di rapina in concorso ai danni di un bar di San Giustino. Rapina avvenuta il 23 gennaio del 2017.

Il primo è accusato di “essersi impossessato, in concorso” con altri due soggetti (uno dei quali deceduto) “mediante la minaccia portata da una pistola” ai danni di un barista della somma di “8mila euro, sottraendola all’esercizio commerciale” che la deteneva “parte all’interno delle macchinette da gioco” e parte in cassa, “con l’ulteriore aggravante dell’ora notturna”.

Il secondo è accusato di “aver portato … con la finalità delittuosa di commettere” la rapina, “in luogo pubblico una pistola, arma comune”. Pistola che avrebbe ricevuto da qualcuno rimasto ignoto.

Il complice che aveva fatto da palo è deceduto prima del processo. I due sono finiti davanti al I collegio del Tribunale penale di Perugia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra nel bar con la pistola e porta via incasso e soldi delle slot: processato
PerugiaToday è in caricamento