San Giustino, fabbrica cinese lager: neonati tra i macchinari e un cunicolo per la fuga

In un capannone nella zona industriale di San Giustino la Polizia e gli ispettori del lavoro hanno scoperto una situazione lavorativa fuori da ogni regola: dipendenti a nero, costretti a vivere in stanze di cartone e con i figli minori all'interno del capannone

Un cunicolo sotto il capannone per far scappare in caso di controlli gli operai a nero, sfruttati e malpagati. E' stata questa la scoperta fatta nella zona industriale di San Giustino dalla Polizia e dagli ispettori del lavoro dell'Asl 1 Umbria che avevano messo gli occhi addosso ad un'azienda tessile gestita da imprenditori cinesi. 

Inoltre  sono state individuate "gravissime" carenze igieniche non solo nei laboratori, ma soprattutto nelle stanze dormitorio ricavate in ambienti adiacenti. Infatti dall'operazione della polizia è emerso che in entrambi i capannoni i lavoratori avevano a disposizione anguste stanze, ricavate con compensato o cartone. Tante situazioni che hanno fatto scattare il blocco della licenza e svariate denunce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento