menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cammino Francescano ad Assisi, una nuova tappa dopo la riscoperta: la "sala della spogliazione"

Un nuovo santuario, per la profonda meditazione sull'opera e il messaggio di San Francesco, diventerà tappa fissa lungo il cammino francescano. La decisione è stata presa dal Vescovo di Assisi, Domenico Sorrentino, che ha ritenuto opportuno "dare più rilievo a un altro centro spirituale, che ha il suo punto di gravità nel vescovado e nella vicina chiesa, ad esso legata, di Santa Maria Maggiore, antica cattedrale di Assisi".

È in quest’area che otto secoli fa il giovane Francesco, nel giudizio che lo vedeva contrapposto al padre Pietro di Bernardone davanti al vescovo Guido, fece il gesto clamoroso di spogliarsi di tutto, per essere tutto di Dio e dei fratelli. Si è soliti ricordare questo gesto come “spogliazione”. La tradizionale visita ai luoghi francescani in Assisi aveva lasciato piuttosto ai margini questo luogo di culto. La stessa sala del vescovado dove è avvenuta la spogliazione, portava, fino a pochi anni fa, un nome inadeguato, anzi fuor viante: la si qualificava Sala del Trono, in riferimento a un baldacchino che la decora.

Negli ultimi anni c’è stato un costante cammino di riscoperta. Di qui anche la nuova denominazione. "Tanti pellegrini ormai passano per la Sala della Spogliazione. Tanti sostano in Santa Maria Maggiore. Quest’antica chiesa – tanto essenziale da apparire anch’essa, nonostante i suoi affreschi, piuttosto “spoglia” – si offre come naturale luogo di preghiera, per passare dalla rievocazione di quanto accadde otto secoli fa alla meditazione di ciò che esso può dire oggi a chi voglia mettersi, come Francesco, sulle orme di Cristo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento