menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esclusiva- Tra interventi di consolidamento e restauri riapre dopo 20 anni una delle chiese più belle di Perugia

Venti anni senza San Fortunato: a breve si potrà visitare la chiesa e assistere alle liturgie in questo luogo carico di fede, d'arte e di storia

Tra interventi di consolidamento (danni del terremoto) e restauro ci sono voluti ben 20 anni. Quattro lustri durante i quali i perugini e gli amanti dell’arte sono stati privati della vista di opere uniche al mondo. Le decorazioni lignee degli altari sono qualcosa di eccezionale: un ciclo scultoreo policromo, con grandi splendori di ori. Molte statue sono incuneate in nicchie laterali, secondo lo stile e la concezione barocca. Le opere, pregevolissime  e rare, appartengono alla mano di Leonardo Scaglia.

La chiesa, affidata a Comunione e liberazione, verrà riaperta a giorni con la presenza del cardinal Bassetti. Sarà certamente officiata  in occasioni speciali e sarà anche possibile visitarla per ammirarne le opere d’arte barocca di eccezionale bellezza. Purtroppo – come ci fa notare Giuseppe Capaccioni, responsabile regionale di CL – non è stato consentito (questione di soldi) portare a termine tutti gli interventi desiderati e corrispondere alle tante esigenze evidenziate: ci sarà tempo per procedere.

In futuro sarà possibile riportare alla luce alcuni affreschi, per ora sotto uno spesso strato di vernice murale. Si intravedono teste equine e figure umane da restituire a piena visibilità. Il lavoro più urgente è costituito dal completamento della gronda che dà su via Pinturicchio. Qui manca un pezzo di grondaia e l’acqua bagna le pareti, sollevando pezzi d’intonaco.

È già accaduto che frammenti cadessero sul marciapiedi e che i vigili del fuoco dovessero intervenire per sollecitare il distacco di bolle d’intonaco malferme. L’operazione di ripristino dovrebbe essere conclusa nei prossimi giorni. Perché l’acqua, penetrando nel muro, danneggerebbe le opere interne.

Anche la zona dell’altare principale è chiusa da un grande pannello, perché esistono problemi al pavimento, ai quali si cercherà di rimediare. Ma l’insieme è in ordine. In questi giorni un’impresa di pulizie sta procedendo al lavoro di finitura e tutto brilla.

Perugia Today è in grado di proporre ai suoi lettori in anteprima uno scatto sullo stato dell’arte dell’interno, che offre un colpo d’occhio strepitoso. A breve, la civitas perusina potrà visitare la chiesa e assistere alle liturgie in questo luogo, carico di fede, d’arte e di storia. Un’occasione che gli amanti della Vetusta non si faranno di certo sfuggire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento