menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La lady di ferro De Miro saluta i perugini: "Insieme abbiamo lottato contro le infiltrazioni mafiose"

Pubblichiamo il suo saluto ai perugini e a tutti i cittadini che vivono in provincia di Perugia. Antonella de Miro ha messo mano negli affari sporchi di Gesenu e allo stesso tempo ha gestito l'emergenza sicurezza a Perugia. Sarà prefetto di Palermo

Antonella De Miro, prefetto di Perugia, tra poche ore lascerà il suo incarico in Umbria per tornare in Sicilia acquisendo i gradi di Prefetto della Provincia di Palermo. La De Miro è stata protagonista indiscussa, insieme alle Forze dell'Ordine, per riportare un livello di sicurezza ottimo dopo gli anni dello strapotere dei clan della droga e soprattutto gli anni delle super-infiltrazioni delle mafie in Umbria. 

Il Prefetto con coraggio ha messo mano alla Gesenu e le altre aziende collegate con delle interdittive mafie dure e durature. Ottima la gestione del flusso dei migranti che hanno sfondato il tetto delle 1400 unità a livello regionale. Pubblichiamo il suo saluto ai perugini e a tutti i cittadini che vivono in provincia di Perugia.

*****
Il Prefetto Antonella De Miro 

Com’è noto, mi accingo a lasciare la sede di Perugia per assumere l’incarico di Prefetto della Provincia di Palermo. Torno dopo circa 9 anni nella mia terra di Sicilia, carica di un grande bagaglio di esperienza professionale ed umana maturata nelle mie diverse sedi di lavoro. 

Qui a Perugia ho svolto le funzioni di Prefetto per poco più di un anno, 16 mesi per l’esattezza, un periodo breve ma intenso di lavoro attento e appassionato, ricco di attività ed iniziative che hanno richiesto molteplici sinergie istituzionali e condivisione di intenti, sia per la tutela della sicurezza del territorio, sia per un’efficace difesa dalle possibili infiltrazioni mafiose nell’economia legale, sia a garanzia della coesione sociale, nonché in tema di assistenza ai profughi e di protezione umanitaria. 

Si tratta di azioni che hanno richiesto una costante attività di coordinamento ed un impegno quotidiano nel far rete in maniera davvero costruttiva con le Forze di Polizia e con le Istituzioni locali e le Pubbliche Amministrazioni, anche attraverso i Tavoli del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e della Conferenza Permanente, grata di 
aver sempre potuto confidare nella massima leale collaborazione di ciascun Organo od Ufficio. 

Ho dovuto anche prendere, responsabilmente, decisioni importanti e talora anche difficili, e sempre nel massimo interesse di questa splendida Terra, rispetto alle quali non è mai mancato il calore della fiducia e della stima riservate alla mia persona, come anche della considerazione riservatami dagli organi di informazione. Desidero, quindi, porgere il mio saluto ed il mio personale ringraziamento a quanti mi sono stati vicini nello svolgimento della mia funzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento