menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano un tablet dall'auto in sosta, ma vengono arrestati grazie al tracciamento della posizione

Il derubato si è accorto del furto e ha chiamato i Carabinieri, mentre il figlio attivava il segnale che ha condotto i militari a scovare i ladri

Spaccano il vetro di un’auto parcheggiata al Percorso verde, rubano un tablet e poi salgono in un’altra vettura e fuggono. Il derubato, però, segnala i fatti e la targa ai Carabinieri. Ed è proprio il tablet che li fa arrestare.

Appena accortosi del furto, infatti, il proprietario ha segnalato la cosa ai Carabinieri, mentre il figlio attivava il tracciamento del tablet, in modo da seguire l’auto dei ladri in tempo reale e segnalare gli spostamenti alle forze dell’ordine.

E la pattuglia dei Carabinieri, infatti, si metteva all’inseguimento dei ladri seguendo le indicazioni del sistema di tracciamento, almeno fino al momento in cui i ladri, accortosi del segnale inviato dal tablet, lo lanciavano dal finestrino. Nell’urto sul catrame il dispositivo elettronico andava in frantumi.

Dopo qualche centinaio di metri, però, l’auto dei ladri veniva fermata. All’interno due persone, entrambe con precedenti di polizia per furti e altri reati. Uno dei due, inoltre, era sottoposto agli obblighi della sorveglianza speciale. Da qui l’arresto e poi il processo per furto aggravato e danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento