menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba una pistola ad Arezzo: nomade si consegna alla Questura

Qualche sera fa la donna si è presentata in Questura "confessando" di aver rubato una pistola con le relative munizioni ad un signore di Arezzo: la denunciata ha molti precedenti penali per furto


Una giovane romena, M.C. 22enne, pluripregiudicata e da anni residente a Perugia, è stata denunciata dalle Volanti, in stato di libertà, per il furto aggravato di una pistola compiuto ad Arezzo. Qualche sera fa la donna si è presentata in Questura “confessando” di aver rubato una pistola con le relative munizioni ad un signore di Arezzo.

Ha riferito che nel pomeriggio si era recata in quella città per mendicare insieme con una sua connazionale, 29enne; dopo aver trascorso qualche ora a elemosinare nei pressi di un supermercato, le due straniere avevano chiesto un “passaggio” in auto ad un sessantenne aretino.

Durante il tragitto in auto la giovane romena, che occupava il sedile posteriore, si era accorta di una cassettina in metallo custodita dall’uomo sotto il sedile, e, ritenendo che all’interno ci fosse del danaro, se ne era impossessata furtivamente.

L’uomo, pochi minuti dopo che le due erano scese dalla macchina, si era accorto del furto ed era riuscito a bloccare, dopo un breve inseguimento, solo la ventinovenne che veniva poi fermata dai poliziotti della Questura di Arezzo.

La giovane ventiduenne era riuscita a dileguarsi ed a portare con sé la cassettina “protetta” da una chiusura a combinazione; dalla stazione ferroviaria di Arezzo aveva poi preso il treno per Perugia. Appena giunta in città, aperta la custodia, si era quindi accorta che all’interno c'era custodita la pistola, una semiautomatica marca Belardinelli, calibro 22 con due caricatori e relative munizioni.

Spaventatasi, istintivamente ha buttato il contenuto in un cassonetto; subito dopo , temendo le conseguenze penali del gesto, si era presentata in Questura per “confessare” l’accaduto. Le Volanti, dopo aver recuperato la pistola nella spazzatura in Via Settevalli, hanno chiesto conferme ai colleghi aretini che già erano sulle tracce della rumena, ottenendo i riscontri al suo racconto.

Vista la dinamica degli eventi e la sua spontanea presentazione in Questura, gli agenti, benevolmente, non hanno proceduto al suo arresto ma alla segnalazione, in stato di libertà, alla Autorità Giudiziaria per il furto
aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento