rotate-mobile
Cronaca

"Scusi, mi presta il cellulare per una chiamata d'emergenza?", ma poi fugge con il telefono in mano: processato

L'imputato si difende in tribunale dall'accusa di furto aggravato: "Mi ero solo allontanato per fare una telefonata"

“Scusi mi presta un attimo il telefono che ho un’emergenza e il mio è scarico?”. Preso il cellulare, però, fugge e finisce in tribunale per furto.

Un giovane, difeso dall’avvocato Salvatore Cavuoti, è accusato di furto aggravato per “essersi impossessato del telefono cellulare” di una persona incontrata per strada, “con l’aggravante del mezzo fraudolento consistita nell’ottenerne la consegna in via momentanea, per un uso occasionale, e dandosi alla fuga con lo stesso”.

L’episodio è avvenuto a Perugia il 6 ottobre del 2017. Identificato e rintracciato, l’imputato ha sempre respinto gli addebiti, sostenendo di essersi solo spostato di pochi metri per fare una telefonata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scusi, mi presta il cellulare per una chiamata d'emergenza?", ma poi fugge con il telefono in mano: processato

PerugiaToday è in caricamento