menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba cosmetici e creme di bellezza in farmacia, perugina 37enne incastrata dalla tessera sanitaria e dalle telecamere

In tribunale con l'accusa di furto aggravato: "E'uno scambio di persona, quella nei filmati non sono io"

Creme e prodotti di bellezza per quasi 400 euro di valore nella borsa e alla cassa paga solo un medicinale, ma la presunta ladra non sa di essere stata immortalata dalle telecamere di sorveglianza della farmacia e che con la tessera sanitaria è perfettamente identificabile.

Una signora perugina di 37 anni è accusata di furto aggravato per essersi aggirata “tra gli scaffali di esposizione della farmacia … prelevando dagli scaffali alcuni prodotti di bellezza che occultava in una borsa (6 prodotti di parafarmacia per un valore complessivo pari a circa 300/400 euro) quindi, esibendo alla cassa un altro e diverso prodotto, guadagnando l’uscita, con mezzo fraudolento, e su beni esposti per necessità alla pubblica fede, si impossessava dei predetti beni, sottraendoli alla titolare”.

Secondo la ricostruzione del farmacista, la donna si era presentata alla cassa per pagare una confezione di Xanax, ma nell’uscire le barriere antitaccheggio avevano suonato, così il farmacista aveva chiesto se per caso non fosse finito in borsa qualcosa, ma lei rispondeva di no e se ne andava.

Allora il titolare andava a controllare il filmati delle telecamere di sorveglianza, scoprendo che la donna “aveva rubato dagli scaffali vari oggetti, riponendoli nella sua borsa”. Facendo l’inventario mancavano una confezione di Filorga Meso Più crema del valore di 62 euro, Filorga Eyes, sempre del valore di 62 euro, Isadora Face sculpture n. 31 per un valore di 38,40 euro, Isadora Face sculpture n. 10 e n. 1 del valore complessivo di 69,60 euro, Isadora Wonder nail 641 al costo di 18,90 euro, Filorga Tine Filler del valore di 62 euro.

La donna è stata identificata tramite la tessera sanitaria, strisciata per l’acquisto dell’unico prodotto pagato, ma in tribunale, difesa dall’avvocato Giuseppe De Lio, sostiene che c’è stato un scambio di persona e che quella nelle immagini non sia lei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento