rotate-mobile
Cronaca

Sbaglia i tempi del colore e danneggia i capelli e la pelle della cliente: parrucchiere sotto processo

Davanti al giudice di pace anche il titolare del salone, accusato di avere minacciato la donna che chiedeva scuse e risarcimento

Capelli rovinati e danne alla pelle. Un parrucchiere e il titolare del negozio sono finiti davanti al giudice di pace per rispondere dell’accusa di lesioni colpose e minacce.

I due, di nazionalità cinesi e difesi dagli avvocati Valeriano e Margherita Tascini, sono accusati di avere sbagliato la tinta a una cliente, una giovane cinese che era andata nel negozio per taglio e colore.

Secondo la donna il parrucchiere avrebbe sbagliato i tempi del colore: invece che per 30 minuti avrebbe tenuto la tintura per un’ora abbondante. Provocando un danno ai capelli e alla cute, con arrossamento e prurito.

I due imputati, secondo la querela, avrebbero anche minacciato la cliente che chiedeva delle scuse e un risarcimento per il danno patito.

Secondo la parte offesa i due l’avrebbero invitata a non farsi rivedere mai più nel negozio e di dimenticarsi qualsiasi risarcimento.

Il giudice di pace ha disposto l’acquisizione della querela in quanto la donna è irreperibile, forse tornata in Cina, e rinviato il processo alla prossima udienza per sentire il personale della forze dell’ordine che sentirono la vittima in sede di presentazione delle querela.

Gli imputati respingono tutti gli addebiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbaglia i tempi del colore e danneggia i capelli e la pelle della cliente: parrucchiere sotto processo

PerugiaToday è in caricamento