menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ristoratore blocca due ladri che si stavano portando via tutti i mobili

E' una storia molto curiosa anche perchè il ristoratore protagonista e vittima del tentativo di furto, un mese prima era stato denunciato per furto in un vivaio...

"Andare a rubare a casa dei ladri": un vecchio adagio che potrebbe essere scomodato, con tutte le particolarità del caso, per l'ultimo intervento condotto dalla Volante di Perugia. La Polizia era stata chiamata da un ristoratore che aveva sorpreso un egiziano e rumeno, mentre con grande calma stavano caricando sul furgone due banconi e altri oggetti della cucina che erano stati lasciati fuori dal locale in attesa della ristrutturazione.

I due si sono giustificati dicendo che erano stati autorizzati a prelevare tali oggetti, che non erano altro che rifiuti da smaltire. Ma agli agenti il ristoratore ha negato di aver mai richiesto l'intervento, ribadendo il perchè quei mobili da lavoro erano fuori dal ristorante. Per i due stranieri è scattata la denuncia per furto. Ma in questura è emerso che lo stesso ristoratore aveva sulle spalle un precedente - molto recente -: ovvero un furto di alcune piante ornamentali, trafugate da un vivaio, del valore superiore ai 200 euro.

In quell’occasione, egli aveva caricato le piante su un’auto durante l’orario di apertura del negozio, per poi allontanarsi con grande nonchalance. La sua individuazione è stata comunque possibile grazie al numero di targa del veicolo, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. A quel punto, il vivaista ha denunciato il furto; l’uomo è stato costretto ad offrirgli una somma a titolo di risarcimento affinché fosse rimessa la querela. Si potrebbe dire anche chi la fa l'aspetti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento