Via del Macello, rissa all'Area Verde: espulso uno straniero

Dopo una segnalazione di una rissa in via del Macello, un cittadino tunisino è statao fermato con una bottiglia rotta in mano: arrestato e accompagnato al Cie

Intorno alle 12.47 di giovedì, una telefonata anonima al 113 segnalava una violenta rissa presso l’Area Verde di via del Macello dove si portavano tutti gli equipaggi della zona.  Alla vista delle forze di polizia 4-5 persone provano a darsi alla fuga.

Una “Volante” bloccava uno straniero fuggito a piedi mentre brandiva una bottiglia di vetro, mentre una pattuglia di Quartiere fermava un maghrebino a bordo di un motorino, con entrambi i soggetti che oppongono resistenza agli agenti che però riescono a fatica a condurli in ufficio.

Quello con il motorino proseguiva la sua corsa a piedi e veniva inseguito da un poliziotto di quartiere, che lo raggiungeva e lo bloccava in via Madonna Alta, non lasciandosi intimorire dalle minacce dello straniero, che vistosi oramai raggiunto, imbracciava una transenna metallica scagliandola all’indirizzo dell’operatore di polizia minacciandolo di morte.

Il motorino sul quale era giunto il maghrebino, da accertamenti in banca dati SDI risultava rubato; pertanto gli agenti intervenuti hanno proceduto alla restituzione del ciclomotore sul posto e nell’immediatezza dei fatti al legittimo proprietario.

I due nordafricani, dopo essere stati condotti al Pronto Soccorso per essere medicati per le ferite riportate nella violenta rissa, venivano condotti all’Ufficio Immigrazione ove , dalle impronte digitali, venivano identificati per H. B. S., tunisino ventiquattrenne, richiedente asilo politico, e S. R. connazionale e coetaneo, noti spacciatori, pluripregiudicati e irregolari sul territorio nazionale.

Per tutti è due è scattata la denuncia per rissa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale, mentre il solo S. R. che si trovava a bordo dello scooter rubato è stato anche denunciato per ricettazione e minacce a pubblico ufficiale.

In tarda serata lo stesso S.R. , già arrestato sette volte a Perugia, è stato scortato ad un C.I.E. ove è giunto stanotte e da dove sarà rimpatriato.



 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 6 agosto: altri tre positivi, aumentano i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento