Cronaca

Rissa tra gruppi di giovani in piazza Danti, in otto finiscono davanti al giudice

L'episodio era avvenuto a maggio, appena si erano allentate le misure anti Coronavirus. Uno dei ragazzi inseguito e picchiato: mandibola fratturata

Il Tribunale penale di Perugia ha fissato al 28 gennaio l’udienza per la rissa in piazza Danti del 24 maggio scorso, poco tempo dopo che si erano allentate le misure del confinamento per la prima ondata di Coronavirus. Lo riportano i quotidiani locali di oggi.

Sono otto le persone indagate per rissa, lesioni e percosse, difese dagli avvocati, Vincenzo Maccarone, Claudio Cimato, Francesco Falcinelli, Michele Nannarone e Michele Bromuri. Tre degli indagati sono accusati di lesioni personali gravissime (uno dei partecipanti aveva riportato la frattura della mandibola) per aver inseguito e picchiato i rivali fino in piazza Grimana.

La rissa era stata ripresa dai cellulari e quelle immagini erano finite su tutti i media nazionali, anche perché si era alla prima vera riapertura dopo il contenimento imposto dal Coronavirus. I giorni successivi erano scattate nuove misure di chiusura, imposizione di mascherine e profilassi per buona parte delle persone che erano in piazza in quel momento.

Per molti dei partecipanti alla rissa, o che comunque si erano trovati in piazza, era scattata la quarantena obbligatoria e il tampone per certificare la positività o negatività dei soggetti. Per i partecipanti alla rissa, invece, c’erano state anche perquisizioni e sequestri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra gruppi di giovani in piazza Danti, in otto finiscono davanti al giudice

PerugiaToday è in caricamento