Rissa in un bar di San Martino: carabinieri arrestano una persona

Notte decisamente movimentata quella appena trascorsa nella frazione perugina di San Martino in Colle, alla periferia della città, dove è andata in scena una rissa in un bar

Incredibile bagarre, durante la notte scorsa, in un bar di San Martino in Colle, dove complice qualche bicchiere di troppo, all’interno di un bar dell’abitato, per  futili  motivi, nasceva un’accesa discussione tra tre giovani avventori, di nazionalità italiana, albanese e marocchina, che per combattere il  freddo particolarmente pungente in questo periodo, decidevano di scaldarsi dandosele di santa ragione inscenando una violenta rissa, coinvolgendo loro malgrado anche altri clienti che inutilmente erano intervenuti per separare i contendenti.

L'arrivo dei carabinieri- Immediata la segnalazione al 112 fatta dal proprietario del bar, così come tempestivo è risultato l’intervento dei carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Perugia, che con non poca fatica riuscivano a sedare gli animi dei protagonisti, C.A., classe 1977, imprenditore edile perugino, L.M., 30enne albanese, da tempo domiciliato nel capoluogo, regolare e L.S., classe 1984, marocchino, irregolare, ristabilendo la calma.

La ripresa delle ostilità- Dopo un’apparente situazione di quiete, all’improvviso il giovane albanese, in preda ai fumi dell’alcool, forse infastidito dalla presenza dei carabinieri che, identificandolo, gli chiedevano ragione del suo comportamento, opponeva resistenza nei confronti dei militari cercando di colpirli con calci e pugni che fortunatamente non giungevano a bersaglio, stante la prontezza dimostrata dai militari che riuscivano ad immobilizzarlo.

L'arresto- Con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, sono scattate così le manette ai polsi di L.M. che, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto  nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale di Perugia, dove potrà senz’altro trovare un clima più fresco, in attesa di essere giudicato per direttissima dall’Autorità Giudiziaria.

Le denunce- A carico di L.M., C.A. e L.S., protagonisti della zuffa, anche una denuncia alla competente magistratura per il reato di rissa e di lesioni, nella considerazione che, durante le fasi concitate del litigio, provocavano lievi lesioni a due giovani perugini, anch’essi avventori nel locale, che, nel tentativo di sedare la lite, si erano intromessi tra i tre contendenti. Infine, L.S., risultato irregolare sul territorio nazionale, veniva denunciato per violazione della normativa sugli stranieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara-Perugia 2-1, al posto di Oddo parla Goretti che accusa: "Sottil antisportivo"

  • Serie B, Perugia-Pescara 4-5 ai rigori: l'incubo si avvera, il Grifo torna in C

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Questo matrimonio non si deve fare, intervengono i Carabinieri e sventano le nozze combinate

  • Coronavirus in Umbria, quattro bambini positivi: "Tutti asintomatici e in isolamento"

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 13 agosto: sette nuovi positivi e un nuovo ricoverato in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento