rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Assisi

Schiaffi, pugni e coltelli alla nuca, in otto sotto processo per la rissa alla cena organizzata del gruppo social

Il gruppo si era ritrovato in un locale di Assisi, poi una parola di troppo nei confronti di una ragazza aveva scatenato l'aggressione

L’amicizia su Facebook porta a creare una pagina e poi a condividere pensiero, foto e ricordi. Poi la decisione di incontrarsi, il 1 dicembre del 2015, a ristorante, per una tavolata in compagnia. Quella cena, però, ha portato in tribunale otto persone, tra i 43 e i 32 anni, e i difese dagli avvocati Patrizio Tofi, Maria Chiara De Pascalis, Giuseppe De Lio e Gianfranco Giubilei, per rispondere dell’accusa di rissa.

Secondo la Procura di Perugia gli otto avrebbero partecipato alla rissa in cui due degli imputati riportavano lesioni giudicate guaribili in 10 giorni, un altro in 14 giorni e il quarto in appena due giorni.

Ad accendere gli animi era bastato uno sguardo a una ragazza, poi l’alcol aveva fatto il resto: schiaffi, pugni e calci, sedie e tavoli per aria, con uno dei partecipanti preso alle spalle, spinto fuori dal locale e con un coltello puntato alla nuca e una profonda ferita da taglio.

La serata era, quindi, finita al Pronto soccorso e poi in Commissariato ad Assisi per identificare chi era ancora sul posto e raccogliere informazioni su chi si era allontanato.

La pagina Facebook era stata cancellata subito dopo i fatti, per cancellare ogni traccia che potesse far risalire ai partecipanti alla cena e al gruppo stesso, ma la Polizia postale aveva recuperato tutte le informazioni utili a carico di otto persone, indagate e processate per rissa aggravata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiaffi, pugni e coltelli alla nuca, in otto sotto processo per la rissa alla cena organizzata del gruppo social

PerugiaToday è in caricamento