Cronaca

Tentano di forzare la porta e tagliano una grata del Circolo Cva dei Rimbocchi...

Il presidente Antonio e sua moglie Monica si prendono cura della manutenzione del locale e di buona parte del parco

Anonimi ladruncoli tentano di forzare la porta metallica e tagliano una grata del Circolo Mirò al Cva dei Rimbocchi. Ci si chiede cosa pensassero mai di trovare. Si tratta di un piccolo bar del Circolo culturale Mirò, con poco o niente di valore: qualche bibita, un sacchetto di patatine e poco più. Il valore aggiunto è invece costituito dalla proficua attività di carattere musicale, culturale e associativo che l’Associazione porta come fiore all’occhiello. E il sistema di amplificazione che Antonio Lusi, collaudato dj, utilizza in occasione di incontri musicali.

1 Un vicino indica il perno scardinato-2-2Il presidente Antonio e sua moglie Monica si prendono cura della manutenzione del locale e di buona parte del parco. Monica ha strappato con le proprie mani le erbacce dal percorso pedonale, riempiendo sacchi dell’immondezza [Parco Cva dei Rimbocchi. Se Mirò non ci fosse… bisognerebbe zinventarla (perugiatoday.it)]. Anche in periodo di pandemia, pur di tenere accesa la fiammella della passione musicale, Antonio e i suoi amici dj hanno realizzato iniziative meritorie, mandate anche su tv private e via web. Qualche giorno fa, degli sciagurati ci hanno ancora provato. In passato già due volte sono riusciti a entrare, arrecando danni e portando via qualcosa.

6 Antonio Lusi, presidente di Mirò, davanti al circoletto (ancora chiuso) del parco dei Rimbocchi-2L’altro ieri hanno di nuovo tentato di entrare da due accessi. Il primo era quello della porta, protetta all’esterno da una ulteriore grata metallica, robustamente inchiavardata. Non riuscendo a forzare i lucchetti, hanno provato a smurarla. Si sono serviti di un massiccio portacicche in cemento, che ora giace a frammenti vicino al campo da calcetto. Sono riusciti parzialmente nell’intento, ma senza arrendersi. Di danni ne hanno fatti.

Hanno quindi tentato di penetrare da una delle finestre laterali, smurando la gagliarda grata metallica che la protegge. Sono riusciti a strapparla, ma restando fuori. Forse disturbati da qualcuno. Quella grata ora è stata sostituita e rimessa in sede a cura di due suoi amici muratori stranieri. Questo succede nella totale indifferenza di chi dovrebbe installare strumenti di controllo elettronico. In cima al parco, in aderenza al Cva, ne sono stati installate ben tre di telecamere Forse non serviranno a eliminare del tutto la piccola delinquenza e cancellare la stupidità. Ma potrebbero almeno risultare un efficace strumento di dissuasione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di forzare la porta e tagliano una grata del Circolo Cva dei Rimbocchi...

PerugiaToday è in caricamento