rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca

Turisti in Umbria, ma senza pagare il conto: in due sotto processo per truffa

L'albergatore vittima del raggiro sarebbe intenzionato a ritirare la querela, mettendo fine al processo

Tre giorni in albergo in Umbria, per godere delle bellezze della regione, ma senza pagare il conto.

Due persone, difese dagli avvocati Lorena Ciuffoli e Cristian Giorni, sono finite sotto processo per aver alloggiato tre giorni in un albergo di Perugia, senza pagare il corrispettivo di 150 euro.

La Procura di Perugia contesta il reato di truffa, poiché “con artifizi e raggiri consistiti nel contattare la struttura ricettiva di affittacamere e nel concordare il pernottamento” per tre giorni, “dissimulando l’intenzione di non adempiere agli impegni assunti” se ne andavano senza pagare.

Secondo l’accusa, “una volta ottenute le chiavi della camera e delle porte di accesso alla struttura”, avrebbero simulato “di doversi allontanare momentaneamente al solo fine di prelevare l’importo dovuto, inducendo in errore l’albergatore sulla serietà del proprio impegno, allontanandosi quindi definitivamente senza pagare il dovuto”.

Nel corso dell’ultima udienza l’albergatore ha fatto presente di essere intenzionato a ritirare la querela, intenzione che metterebbe fine al processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti in Umbria, ma senza pagare il conto: in due sotto processo per truffa

PerugiaToday è in caricamento