menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Corciano verso Rifiuti Zero", la politica che fa chiudere le discariche

E' stato votato a maggioranza in consiglio comunale l'atto di indirizzo dal titolo "Corciano verso Rifiuti Zero". L'intento dell'Amministrazione è quello di rafforzare il riciclo per chiudere definitivamente le discariche

Un strategia che si ripropone di riprogettare la vita ciclica delle risorse in modo tale da riutilizzare tutti i prodotti e attuare una politica di rifiuti zero che si dissoci dalla costruzione di inceneritori. In sintesi è questo che sta cercando di attuare il Comune di Corciano, andando avanti con i tempi e combattendo l’inquinamento, ma soprattutto lo spreco di materie riutilizzabili.

Nella seduta infatti di ieri, 28 novembre, il consiglio comunale ha approvato l'atto di indirizzo dal titolo "Corciano verso Rifiuti Zero" con il voto favorevole dei consiglieri del partito di Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà e Socialisti, Partito Democratico, Lista Civica – Corciano di tutti e Movimento 5 Stelle.

Un passo quindi verso un atto, considerato dalla maggior parte delle fazioni politiche, “fondamentale per proseguire il lavoro dell’Amministrazione ed affrontare razionalmente la questione rifiuti, abbandonando l'idea che il residuo dell’attività e della vita di tutti i giorni sia uno scarto di cui liberarsi quando invece è una risorsa e un'opportunità di sviluppo”.

Nello specifico sono due i punti di forza del progetto: partecipazione e concertazione. Parte, infatti, ora la fase delle assemblee di partecipazione con la cittadinanza e l'apertura di tavoli di concertazione con i soggetti, che si concluderà con la redazione della Relazione preliminare al percorso “Corciano verso Rifiuti Zero”, contenente le analisi, la valutazione delle potenzialità, l’idea-forza intorno alle quale ruoteranno l’intervento complessivo e la prima ipotesi di linee d’intervento e azioni prioritarie.

Un’iniziativa che parte da un Comune dove la raccolta differenziata ha raggiunto già il 65%, ma il vero obiettivo è adesso  ridurre le quantità da smaltire in discarica fino ad arrivare alla definitiva eliminazione.  

Ad intervenire anche il sindaco Cristian Betti: “Un voto che auspicavamo, considerato che, su questo tema, c'è una convergenza di obiettivi. Ci spiace solo che Forza Italia non abbia aderito, avendo il progetto come obiettivo anche l'eliminazione dell'incenerimento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento