Rudy Guede resta in cella, niente revisione del processo: pagherà soltanto lui

La decisione della Corte d'Appello di Firenze è arrivata in mattinata. Forse è l'ultimo capitolo di una storia infinita e in cerca ancora di verità

La Corte d'Appello ha scritto la parola fine sulla morte di Meredith Kercher, la ragazza inglese uccisa in via della Pergola a Perugia. A Firenze i togati hanno detto che non è ammissibile il ricorso dell'unico condannato (seppur in concorso... di fantasmi a questo punto) Rudy Guede che voleva un nuovo processo dopo l'assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito, gli altri due indagati in questo complicato caso giudiziario. I legali del perugino facevano leva sul fatto che con la sentenza di Guede parla di omicidio concorso e quindi effettuato con più complici.

Omicidio Meredith, Guede vuole tornare libero: chiesta la revisione del processo

Ma ad oggi c'è soltanto la condanna definitiva a 16 anni di Guede. Le toghe hanno respinto tutto ed entro sessanta giorni scriveranno le motivazioni. Una decisione che sembra chiudere per sempre un caso con troppi incognite ancora da chiarire. In verità gli avvocati di Guede vorrebbero provare la via di un nuovo ricorso ma deve essere ancora concordato con il Guede che sta finendo di scontare la sua pena. A suo carico intanto le spese dell'ultimo processo fiorentino come stabilito dalla Corte d'Appello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento