menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cattedrale di Perugia sotto i ferri, l'antico portone tornerà a splendere

In fase di manutenzione ordinaria il portone della cattedrale sul versante di Piazza Danti. Si tratta proprio dell’accesso principale (quello che segue il corretto orientamento della chiesa), anche se i perugini considerano come usuale l’entrata che si apre su piazza IV Novembre.

Questo capolavoro si incastona perfettamente nello splendido portale settecentesco, disegnato da Pietro Carattoli. Mentre, sul versante Piazza Grande, c’è il portale dello Scalza (1568), su progetto di Galeazzo Alessi, già restaurato dall’ebanista Gustavo Sanchirico. All’opera, su un alto trabattello, il maestro riconosciuto del restauro del legno: appunto, il mitico Gustavo. Questo personaggio della Perugia artigiana ha imparato il mestiere, a far capo dal 1963, con “don Ciccio” (al secolo Francesco Silvestri), di Caccamo (Palermo). Si era poi affinato nella bottega di falegname – incastonata tra i conci etruschi di via Cesare Battisti – con la trimurti perugina della falegnameria d’arte: i fratelli Catullo, Pippo e Liborio Ticchioni.

Sanchirico rivendica anche un discepolato diretto dal famoso “Padellino”, maestro restauratore di Porta Eburnea. Gustavo è sempre stato un globe trotter: ha avuto il laboratorio in via Bonazzi, in via Appia e poi in corso Garibaldi. Oltre al portale dello Scalza, intagliato dal Bastoni (quello che si affaccia su piazza IV Novembre), ha operato in cattedrale su quel prezioso capolavoro del pulpito, da lui smontato nei suoi oltre 200 pezzi, dorato e ricomposto.

All’estero, Gustavo è intervenuto sulla celebre nave vichinga del Museo di Oslo. Di mestieri ne ha fatti tanti, Gustavo: calzolaio, riparatore di biciclette, tornitore, trasportatore, marinaio (con trasferta in Islanda). Ma è nella lavorazione del legno che si è espresso al meglio, tanto da essersi guadagnato una meritata fama di esperto. E lo chiamavano spesso anche i preti, coi quali non è stato mai tenero. Ma, convocato, accorre sempre in soccorso di quei legni antichi e rari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento