menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restaurata la splendida opera dell’800 a Porta Eburnea grazie ad una associazione perugina

Il restauro del dipinto “Madonna col bambino”, è stato possibile grazie al finanziamento del Soroptimist International Club di Perugia, in collaborazione con l’Associazione del Rione

Si è svolta questo pomeriggio, in via San Giacomo nel quartiere di porta Eburnea, la cerimonia di inaugurazione del restauro del dipinto “Madonna col bambino”, possibile grazie al finanziamento del Soroptimist International Club di Perugia, in collaborazione con l’Associazione del Rione.

L’opera, risalente al 1800, è stata riposizionata all’interno dell’edicola, completamente restituita al suo antico splendore. Il finanziamento del restauro è stato fortemente voluto dal S.I. di Perugia per festeggiare i 60 anni della sua fondazione.

Con questo gesto – ha sottolineato la presidente Totero - le Soroptimiste, accogliendo l’invito dell’Associazione di Porta Eburnea - hanno voluto confermare il loro fortissimo sentimento di appartenenza alla città di Perugia, contribuendo concretamente al miglioramento del quartiere.

Nel ringraziare il Soroptimist e l’Associazione Porta Eburnea, il sindaco Andrea Romizi ha sottolineato che queste iniziative certificano come a Perugia si stia ricreando una forte sensibilità verso la città. “Siamo molto soddisfatti perché giorno dopo giorno le Associazioni, ma anche i semplici cittadini si stanno sempre di più mettendo a disposizione per contribuire al restauro dei nostri beni”.

La sezione di Perugia del S.I., guidata dal presidente dott.ssa Giovanna Totero, fa parte del Soroptimist International d’Italia; si tratta di un’organizzazione vivace e dinamica rivolta alle donne di oggi, impegnate in attività professionali e manageriali. “Il nostro sostegno – questa la mission dell’associazione - è per un mondo dove le donne possano realizzare il loro potenziale individuale e collettivo, le loro aspirazioni e avere pari opportunità di creare forti comunità pacifiche”.

Le “Soroptimiste”, in sostanza, promuovono azioni e creano le opportunità per trasformare la vita delle donne attraverso la rete globale delle socie e la cooperazione internazionale.

Il S.I. sostiene: i Diritti Umani per tutti, la pace nel mondo e il buonvolere internazionale, il potenziale delle donne, la trasparenza e il sistema democratico delle decisioni, il volontariato, l'accettazione delle diversità e l'amicizia.

Dunque un'associazione femminile, composta da donne con elevata qualificazione nell'ambito lavorativo, che opera, attraverso progetti, per la promozione dei diritti umani, l'avanzamento della condizione femminile e l'accettazione delle diversità.

Il termine Soroptimist deriva dalle parole latine soror (sorella) e optima. L’associazione nasce nel 1921 negli Usa (Oakland) ed è oggi diffuso in 125 Paesi, con 3mila club e ben 90mila socie. Il primo club italiano è nato nel 1928 a Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento