menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Report Vaccino in Umbria, arrivate le prime mille dosi "Moderna": oltre 11mila persone "coperte"

L'andamento dell'epidemia nell'ultima settimana è in peggioramento. Sempre più in direzione zona arancione

Anche in Umbria sono arrivate le prime scorte di vaccino Moderna che a differenza di quelle della Pfizer sono più facili da trasportare e quindi somministrare - direttamente a domicilio - dato che non c'è bisogno della catena dell'ultra freddo (conservazione a meno 80 gradi) che richiede particolari celle ad oggi a disposizione dei soli nocosomi di Perugia, Terni, Foligno eCittà di Castello. La task-force regionale dovrà decidere se utilizzarli per vaccinare la restante parte di operatori sanitari e gli ospiti delle case di riposo oppure iniziare sul territorio, anticipando i tempi, la campagna per gli ultra 80enni. Nelle prossime ore sarà presa una decisione. Le scorte di vaccino in Umbria al momento sono salite a quota 15.685 a fronte di 11.449 già utilizzate.

Gli operatori sanitari e sociosanitari a cui è stata somministrata la prima dose di vaccino sono 8.774, 457 per il personale non sanitario. Per quanto riguarda gli ospiti delle Rsa, il vaccino è stato somministrato a 2.218 persone su un totale di circa 2.700 ospiti.

L’indice Rt si attesta attualmente attorno a 1,30, mentre i casi di positività ogni centomila abitanti sono circa 167. Numeri questi che, in base alle nuove disposizioni governative per arginare la diffusione del virus, potrebbero portare l’Umbria ad un declassamento, facendo scivolare la regione nella fascia arancione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento