Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, la Regione acquista i test rapidi da azienda umbra: ecco come funzionano

L'appalto è stato vinto dalla società di Città di Castello Vim dell'amministratore Vincenzo Monetti

Il test rapido per valutare se un paziente è potenzialmente a rischio coronavirus, in 15 minuti il risultato, sarà fornito alla Regione dell'Umbria da un'azienda di casa nostra con sede a Città di Castello; stiamo parlando della V.I.M. G. Ottaviani S.p.A. a cui capo c'è l'Amministratore Unico Vincenzo Monetti. Dopo l'analisi della task-force sanitaria regionale, la Protezione Civile dell'Umbria ha effettuato un'indagine di mercato ed il prodotto della Vim è risultato il più efficace e al prezzo migliore. 

L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 4mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

Lo “Screen Test Covid-19” (2019-nCOV IgG/IgM) è un test immunologico qualitativo su membrana per la rilevazione degli anticorpi IgG e IgM del 2019-nCOV in campioni di sangue, destinato al solo uso professionale diagnostico in vitro. Questo test, prodotto in Umbria, ha un’alta sensibilità e specificità ed è in grado di rilevare la presenza degli anticorpi IgG/IgM del virus, con tempismo, efficacia e qualità. E’ un test che si aggiunge e non si sostituisce ai test previsti nei protocolli del Ministero della Salute e dell’ISS.

Con il test rapido la Regione implementera cosi i controlli per mettere in sicurezza pazienti, anziani, operatori di servizi essenziali e altre categorie a rischio. Da una goccia di sangue si avrà un risultato utile da intercettare rapidamente la positività in persone asintomatiche o con pochi sintomi mettendoli subito in isolamento e arginando così il contagio.    
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la Regione acquista i test rapidi da azienda umbra: ecco come funzionano

PerugiaToday è in caricamento