Prende il reddito di cittadinanza e lavora in nero, scoperto dalla Finanza: rischia 6 anni di carcere

Mega multa da 12mila euro per il titolare della struttura ricettiva

Incassa il reddito di cittadinanza e lavora in nero, scoperto dalla Guardia di Finanza e denunciato. Ora il cittadino rumeno rischia fino a sei anni di carcere. Il titolare della struttura dove lavorava, invece, rischia di pagare più di 12 mila euro di sanzione. Il 'furbetto' è stato scoperto durante i controlli delle Fiamme Gialle di Gubbio nelle strutture ricettive e nei ristoranti: trovati 80 lavoratori impiegati irregolarmente, di cui 65 completamente “in nero”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo: due dei lavoratori in nero scoperti dalla Finanza incassavano le indennità di disoccupazione della cassa integrazione. Denunciati anche loro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento