menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un anno con la Polizia di Stato a Perugia: calano i furti (-23%), ma aumentano le truffe in rete (+23,92%)

Preoccupa la crescita delle denunce per i reati collegati alla violenza di genere: +67% di ammonimenti per episodi di violenza domestica ed atti persecutori

Diminuiscono i furti, ma aumentano le truffe e i raggiri su internet. Sono questi i dati più rilevanti del bilancio dell'attività della Questura di Perugia: l'aanalisi dei dati indica che vi è stata una notevole diminuzione dei delitti commessi nella provincia di Perugia -23,9% (a fronte di una diminuzione del 5,6% del precedente corrispondente periodo), con una diminuzione nel solo comune di Perugia del -26,16% (a fronte di una diminuzione del 7,2% del precedente corrispondente periodo).  In particolare, una significativa diminuzione è stata registrata nella commissione dei reati predatori quali furti (-45,44%), mentre sono aumentate le truffe e frodi informatiche (+23,92%) e gli altri delitti informatici (+20,21%). Quest'ultimo dato risente anche dell'aumento degli acquisti in rete a causa delle restrizioni imposte dal Covid-19 nelle uscite e nelle aperture degli esercizi commerciali.

In tutta la provincia la Questura di Perugia si è avvalsa dell'attività di 8.760 “Volanti” e dei Commissariati, abbinando alle esigenze di sicurezza anche i controlli per il rispetto della normativa anti Covid, con l’identificazione di 88.260 persone ed il controllo di 44.392 automezzi. Tra questi dati rientrano le 14.409 persone e gli 8.032 automezzi controllati, nel territorio della provincia perugina, da 1.212 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria-Marche” che hanno contribuito in modo importante alle attività di polizia.

Ai dati sopra indicati si aggiungono i controlli effettuati dalle 4.857 pattuglie della Polizia Stradale che ha identificato 30.286 persone, rilevando 13.938 infrazioni al codice della strada (con il ritiro di 160 patenti e la decurtazione totale di 16.674 punti) e dalla Polizia Ferroviaria di Perugia e Foligno con 20.478 persone controllate di cui 6.411 a bordo dei treni.

Il totale delle persone controllate/identificate dalla Polizia di Stato in tutta la provincia è di 139.024.

La Polizia di frontiera aeroportuale ha, altresì, provveduto, presso l’aeroporto “San Francesco”, alle consuete attività di vigilanza in relazione alla presenza, nel periodo di riferimento, di circa 55.000 passeggeri.

Le richieste e le segnalazioni pervenute su linea 113, su tutto il territorio della provincia, sono state 69.059, mentre i conseguenti interventi effettuati dalle “Volanti” e dalle altre pattuglie della Polizia di Stato impiegate sul territorio sono stati 6.873.

Le denunce acquisite dai cittadini, solo a Perugia, sono state 1.502.

Sul fronte delle misure di prevenzione, sono stati emessi dal Questore 70 avvisi orali, 85 fogli di via obbligatori e 74 ammonimenti (+ 67% nell’ottica di una sempre maggiore attenzione alla materia della violenza di genere), quest’ultimi in relazione ad episodi di violenza domestica ed atti persecutori. Le proposte del Questore per l’applicazione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza sono state 14.

Inoltre, con provvedimento del Questore, è stata disposta la chiusura, ai sensi dell’articolo 100 del Testo unico di leggi di pubblica sicurezza, di 7 esercizi pubblici. 

La Polizia scientifica, su tutta la provincia, ha proceduto al fotosegnalamento di 2.614 persone e sono stati effettuati 123 sopralluoghi tecnici.

Nell’attività di repressione della Polizia di Stato su tutta la provincia, sono stati conseguiti i seguenti risultati: 205 (di cui 46 per stupefacenti) persone tratte in arresto, sia in flagranza di reato che in esecuzione a provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria, 1.940 persone denunciate in stato di libertà.

A fronte di un aumento dei reati di natura informatica si riscontra una maggiore risposta da parte della Polizia Postale con un aumento delle persone denunciate rispetto al decorso anno del 24,14%.

Sul fronte della immigrazione clandestina si contano 202 provvedimenti di espulsione dal territorio dello Stato Italiano di cittadini stranieri irregolari.

L’attività amministrativa è proseguita, seppure con una fisiologica diminuzione rispetto al precedente corrispondente periodo, con il rilascio di 10.420 permessi di soggiorno per stranieri (-45,49%), 2.405 passaporti (-73,36%), e con il rilascio/rinnovo di 1.891 licenze di porto di fucile ad uso caccia e tiro a volo.

“Abbiamo fatto un lavoro, al quale non avremmo mai pensato che potessimo essere chiamati. Lo abbiamo fatto con il giusto approccio. Le mie direttive sono state sempre nel segno di contemperare la serietà professionale con la comprensione e l'umanità in occasione delle attività di controllo e del servizio di ordine pubblico. Ho tuttavia percepito nettamente che è questa la traccia che, comunque, seguono le donne e gli uomini della Polizia di Stato di Perugia. Continuiamo così, con il rigore e con la gentilezza perché questo siamo!”, così si è espresso il questore Antonio Sbordone rivolgendosi al personale della Polizia in occasione del 169esimo anniversario della fondazione del corpo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento