menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Sesso a tre, ma con l'inganno: distraggono la vittima e gli rubano 500 euro, ora rischiano la condanna

Le due imputate sono finite a processo per furto aggravato in concorso. Il pm ha chiesto per le due donne la condanna a cinque mesi di reclusione

Sesso a tre, ma con l'inganno. E' la vicenda capitata a un uomo della provincia di Perugia che, nel gennaio del 2012, mentre si trovava in auto con due donne, è stato derubato del proprio portafoglio dove dentro c'erano quasi cinquecento euro in contanti. La vicenda, che vede per protagoniste due giovani donne dell'Est, finite a processo per furto aggravato in concorso, è alle battute finali, con tanto di richiesta di condanna da parte del pm. Dinanzi al giudice Avenoso, il pubblico ministero questa mattina ha chiesto per le imputate - difese dall'avvocato Giacomo Manduca - 5 mesi di reclusione. Le due complici, secondo le indagini, avrebbero anche violato l'obbligo del foglio di via emesso dal Questore di non fare più ritorno nel comune di Todi.

Le due donne, prima avrebbero avvicinato l'uomo con la promessa di un rapporto intimo poi - una volta salite in auto - si sarebbero impossessate della somma di 470 euro asportata dal portafogli della vittima, che lo aveva appoggiato sopra il cruscotto. Con l'aggravante - si legge nel capo d'imputazione -di aver agito avvalendosi di un mezzo fraudolento e con destrezza, consistiti nel proporgli prestazioni sessuali a pagamento e nell'aver sotratto il denaro, distraendolo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento