Rapinato supermercato: spray urticante contro dipendenti

Il fatto è accaduto a San Martino in Colle questa mattina - 27 dicembre - dove due uomini a volto coperto hanno fatto irruzione nella struttura. Bottino da 150 euro

Rapinato un piccolo supermercato di San Martino in Colle. Due uomini con il volto coperto sono entrati nella struttura ancora in orario di chiusura al pubblico sorprendendo titolari e dipendenti che stavano preparando sia i banchi frigo che l'esposizione di frutta e verdura. I rapinatori non hanno utilizzato armi per immobilizzare i lavoratori del supermercato, ma hanno utilizzato degli spray urticanti.

Per fortuna le sostanze spruzzate non hanno creato delle lesioni - come accertato dal referto medico stando alla ricostruzione della Questura - ma solo forti irritazioni agli occhi e bocca. Alla fine i rapinatori - giunti sul posto con vecchissima Fiat Uno che è risultata rubata - hanno dato l'assalto alla cassa portando però via soltanto una cifra intorno ai 150 euro.

La Polizia ha per il momento rintracciato l'auto utilizzato per la rapina a San Nicolò di Celle. Ma le indagini vanno avanti anche grazie all'ausilio della scientifica che sta refertando tutti i movimenti e passaggi dei due rapinatori. Richieste anche alcune registrazioni effettuate da impianti di video-sorveglianza a poche decine di metri dal supermercato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento