rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Passante minacciato con una spranga e derubato, il rapinatore finisce in osservazione all'ospedale

Il malvivente è stato arrestato dai Carabinieri, ma salta l'udienza di convalida fino a che i medici non stabiliranno le condizioni mentali del fermato

Aggredisce un passante con una sbarra di metallo per rapinarlo di portafoglio e cellulare, ma viene subito arrestato dai Carabinieri. Le sue condizioni mentali, però, lo portano direttamente in ospedale, piantonato, invece che in carcere. E anche il giudice deve attendere il parere medico per svolgere l’udienza di convalida.

L’uomo era stato arrestato dai Carabinieri di Ponte San Giovanni mentre erano impegnati nelle ricerche di un giovane scomparso. Transitando per via Manzoni, nel quartiere perugino, aveva notato una persona che si muoveva per strada con una spranga di metallo e stava minacciando un’altra persona pe rimpossessarsi del telefono cellulare e di 50 euro.

I militari avevano bloccato e disarmato l’uomo, italiano classe 2000, già noto alle forze dell’ordine, procedendo al fermo per rapina aggravata.

L’arrestato era stato condotto presso il carcere di Capanne e poi in ospedale in attesa di convalida. Al momento è seguito dal personale medico psichiatrico per valutarne le condizioni in attesa dell’udienza di convalida. L’uomo è difeso dall’avvocato Bruna Pesci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante minacciato con una spranga e derubato, il rapinatore finisce in osservazione all'ospedale

PerugiaToday è in caricamento